Open day dell’Elisoccorso e del 118: tutti a lezione di emergenza e urgenza

Quattrocento persone alla terza edizione dell’open day dell’Elisoccorso e del 118 di Como. Oggi la Base dell’Elisoccorso e della Soreu (Sala operativa regionale emergenza urgenza) dei Laghi – 118 con sede a Villa Guardia ha accolto la cittadinanza per un viaggio nel mondo dell’emergenza-urgenza.

Per un giorno i medici, gli infermieri, i tecnici, il personale aeronautico e del Soccorso Alpino insieme a una rappresentanza della Protezione Civile e delle associazioni di volontariato hanno illustrato i meccanismi alla base della complessa macchina che governa gli interventi sanitari. Dalla chiamata al NUE 112, alla gestione della telefonata da parte della centrale del 118 fino all’attivazione delle équipe dei mezzi di terra e dell’elicottero per il trasporto in ospedale.

L’iniziativa è stata organizzata da AREU – Agenzia Regionale Emergenza Urgenza e dall’Azienda socio sanitaria territoriale Lariana insieme a Babcock Mission Critical Service Italia S.p.A. e alla XIX Delegazione Lariana del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS).

Quattro le visite guidate iniziate con un momento di accoglienza nell’Aula Formazione della Base con il responsabile del 118 di Como Maurizio Volontè e la proiezione di un video a cura di Danilo Bonada, tecnico della Centrale, proseguite poi in sala operativa e nell’area esterna dove gli ospiti hanno potuto scoprire da vicino i mezzi utilizzati nell’attività sul territorio, quelli per le maxi emergenze, l’elicottero AW 139, in dotazione dallo scorso anno alla Base comasca, e la tecnologia Nvg (Night vision goggles) per il volo notturno.

A tutti i partecipanti è stata regalata la ristampa del libro “Tra terra e cielo – I 30 anni dell’Elisoccorso a Como” (ed. Effegiemme), scritto dalle giornaliste Francesca Guido e Francesca Indraccolo. Il volume, finanziato dalla Fondazione Pro Elisoccorso – Servizio 118 onlus, contiene anche alcuni aggiornamenti sulle missioni compiute dall’équipe di Como in Abruzzo all’inizio del 2017, sull’attività di volo notturno con tecnologia Nvg e sull’app di Areu.

Durante l’evento i visitatori hanno potuto ammirare i mezzi per le maxi emergenze, quelli delle associazioni di volontariato, della Protezione Civile di Como e del Soccorso Alpino. La Base ha ospitato anche una rappresentanza del volontariato varesino con un mezzo storico, un’ambulanza Citroen del 1973, portata dal CVA  di Angera, associato all’Anpas Lombardia, e da ambulanze della Croce Bianca di Legnano, del Sos Malnate, del Sos del Seprio, del Sos Valceresio oltre che quelle della Cri di Lurate Caccivio, del Sos di Olgiate Comasco e del Sos dei Laghi.

“Anche questa iniziativa – ha detto Maurizio Volontè, responsabile 118 Como e dell’Elisoccorso – ha dimostrato quanto sia vivo l’interesse dei cittadini nei confronti del servizio. Tutti i nostri professionisti  e i volontari hanno collaborato per fornire una visione d’insieme del complesso sistema del soccorso. Un ringraziamento sentito va a chi ha partecipato e a chi ha contribuito all’organizzazione della giornata, comprese la Fondazione Pro Elissoccorso e la Fondazione Volta”.

Autore dell'articolo: max delvi